A Ferrara la festa del Palio più antico del mondo!
Aprile 21, 2015
PRIMA DEL SANGUE – Macbeth dialogues – work in progress
Aprile 23, 2015
Show all

Tutti pazzi per il Bio!

Prodotti Bio

Prodotti Bio

Prodotti Bio

Dove nasce l’amore per i prodotti bio

Torni a casa dopo una lunga giornata di lavoro, apri il frigo e non trovi nulla che soddisfi la tua fame e non accresca le calorie. Esci, vai al supermercato vicino casa e scegli nel reparto frutta e verdura quello che i tuoi occhi e il tuo palato reclamano. Decidi di prendere una pasta sfoglia già pronta da farcire con zucchine e pomodorini pachino, passando davanti al frigo prendi una busta di insalata (già lavata che si fa prima!) e una confezione di ricotta, così eviti di fare la fila al banco per un pezzettino di ricotta fresca.

Ed ecco la tua cena, light, senza troppi grassi e sana. Sana? È davvero tutta roba genuina quella che hai messo nel carrello? Facciamo un passo indietro.

A meno che la tua spesa non sia stata fatta in estate, hai comprato prodotti del tutto fuori stagione! Già, i cicli produttivi della natura sono stati completamente dimenticati dopo la massiccia diffusione dei supermercati che garantiscono la vendita di frutta e verdura in ogni periodo dell’anno. I pomodori e le zucchine che hai comprato per la tua cena sono stati coltivati, probabilmente pompati, nelle serre e non sicuramente nei campi all’aria aperta.

Beh, ti rimane l’insalata! Sbagliato. Molti studi e ricerche hanno dimostrato che la carica batterica e gli indicatori di igiene e degenerazione contenute in una busta di insalata già lavata e asciugata raggiunge livelli eccessivi, allarmanti all’approssimarsi della data di scadenza. (E pure le vendite sono aumentate!).

E allora come fare a conciliare il mangiare sano con la vita frenetica delle città? Basta informarsi, orientarsi e organizzarsi.

La curiosità di conoscere il vero sapore dei cibi che porti in tavola, dovrebbe spingerti a informarti su quali sono i prodotti di stagione, parlare con i contadini o con i fruttivendoli al mercato potrebbe farti scoprire in maniera più diretta e divertente i cicli produttivi degli alimenti (in alternativa, per i più pigri, c’è Google che non ti lascia mai senza risposte!). Sperimentare in cucina ricette nuove con prodotti semplici potrebbe regalarti grandi soddisfazioni. Hai mai provato a fare il pane? A parte il piacere di vedere crescere il tuo impasto…sentirai che sapore!

Vivere il quartiere. Sono moltissime le iniziative a km zero che si stanno diffondendo nelle città. Una, che io adoro, è Il Mercato Contadino dei Castelli Romani, che si svolge anche a Roma, nel parcheggio dell’Ippodromo di Capannelle tutte le domeniche dalle 8.30 alle 13.30. Qui trovi i produttori con le loro materie prime, solo e rigorosamente, frutta e verdura di stagione, formaggi prodotti a Roma e provincia, la porchetta, le farine e il vino laziali e ogni altro alimento prodotto dalle terre del Lazio. Un altro mercato molto amato in città è quello del Circo Massimo, sempre di domenica, aperto fino alle 16.00 (io ancora non l’ho testato).

Se la tua settimana è fitta di impegni, organizza il tuo week end lasciandoti qualche ora libera la domenica mattina per una capatina al mercato. Facendo una spesa oculata e scegliendo prodotti freschi, avrai cene e pranzi assicurati per una settimana! La verdura fresca, a differenza di quella che compri al supermercato, se conservata correttamente dura molto di più di qualche giorno, e difficilmente vedrai spuntare delle macchie marroni sulla tua frutta o della muffetta sui tuoi ortaggi.

Scegliere prodotti bio (del contadino!) e di stagione riduce i costi di spesa (perché si mantengono più a lungo), migliora la tua salute (perché non sono trattati) e ti permette di conoscere e riconosce i veri sapori della natura!

di Maria Teresa Pasceri