pornplacevr
pornplaybb.com siteripdownload.com 1siterip.com
Sotto il cielo
13 Febbraio, 2013
L’eredità di Eszter, di Riccardo Cavallo
14 Febbraio, 2013
Show all

Amy Winehouse 'At The BBC'

Amy Winehouse - At The BBCEnnesimo cofanetto tributo all’artista soul scomparsa nel 2011: ce n’era proprio bisogno?

La morte prematura di un’artista è un evento che, insieme al dramma, porta con sé una pessima abitudine: quella di riempire gli scaffali dei negozi di compilation e cofanetti di best of contenenti quanto di meglio (secondo le major) l’artista scomparso avesse da offrire al pubblico. È successo prima con Michael Jackson e poi con Amy Winehouse. Ma se per il ‘Re del Pop’ la corsa al tributo delle case discografiche sembra essersi momentaneamente placata, non vale lo stesso discorso per Amy Winehouse che, invece, pare essere per il mondo della musica una ferita ancora aperta. Ed ecco saltar fuori un altro box-set live delle sue performance per l’emittente BBC, composto da un cd e tre dvd. Delle esibizioni della Winehouse dal vivo si può dire molto: alcune all’altezza di quelle che erano la sua voce e la sua verve artistica, altre (le più recenti) inevitabili indicatori di quella che era la sua condizione personale, dai problemi con la droga, alle sue tormentate vicende sentimentali. Droga e alcol hanno indubbiamente inciso sulla qualità delle ultime esibizioni della Winehouse, ed è forse per questo che, con At The BBC, la Island Records ha sentito l’esigenza di ricordare solo ciò che ‘doveva’ essere ricordato. Nel cofanetto troviamo il meglio delle sue performance dal 2004 al 2009, che però non aggiungono nulla di nuovo a quello che avevamo ascoltato finora: nell’unico cd della raccolta, spiccano gli standard delle Stables Sessions, la I Should Care di Nat King Cole e Lullaby Of Birdland di George Shearing. Il primo dvd contiene estratti del live con il pianista Jools Holland, in cui troviamo alcuni dei suoi maggiori successi: dal tormentone Rehab alla struggente Love Is A Losing Game; il secondo dvd è dedicato al concerto del 2007 alla Porchester Hall, che contiene per intero; l’ultimo è il documentario The Day She Came To Dingle, un modo più intimo per avvicinarsi a quelle che sono state la vita e la carriera di Amy Winehouse. La sua voce fa ancora venire i brividi, che però avremmo avuto anche rivedendo e riascoltando altre sue performance del passato. Impossibile non pensare all’ennesima operazione commerciale.

di Lucia Gerbino