pornplacevr
pornplaybb.com siteripdownload.com 1siterip.com
Tutte le notti
6 Marzo, 2008
Intervista a Katie Hickman, in Italia per presentare "Il giardino delle favorite"
6 Giugno, 2008
Show all

Sior Todero brontolon

sior_todero_brontolonUltima settimana di programmazione per la commedia di Carlo Goldoni, uno spettacolo che regala il sapore di una Venezia antica

È in programmazione al Teatro Quirino in Roma, ancora per pochi giorni, la commedia di Goldoni Sior Todero brontolon.

Una scenografia mobile e ben attenta a riprodurre l’interno di una casa patrizia veneziana, con quel gusto degli interni ormai datato e coperto da una patina inesorabile del tempo trascorso che conferisce quel classico romanticismo tipico di Venezia, proietta il pubblico nella cronaca di una famiglia, che è poi specchio dei costumi del tempo che Goldoni è sempre molto attento a riprodurre.
La vicenda è presto detta, e non esime da alcuni punti cardine della realtà dell”epoca che spesso sono presenti negli scritti dell’autore, a dire il vero sempre in maniera differente nelle diverse commedie: l’avarizia, la fame, la sistemazione nella società e il potere.
Un vecchio superbo e prepotente padre di famiglia, inteso come capostipite della casa, pretende di disporre completamente delle sorti e delle vite di chi gli sta attorno, siano essi familiari stretti o inservienti, poiché «Mi son el Paron» e nessuno può discutere le sue decisioni. In questo modo pensa di “maridare” sua nipote, giunta in in età di trovare uno sposo, e decide di prometterla al figlio del fedele amministratore delle sue finanze, per risparmiare la dote che così rimarrebbe nelle casse della famiglia stessa. Nel frattempo, però, la nuora del vecchio prende accordi con una nobil donna che viene in casa a proporre un suo parente, un giovane molto gentile, sufficientemente ricco e soprattutto innamorato della ragazza. Da qui si dipaneranno storie che permetteranno ai vari protagonisti della vicenda di mostrarsi pienamente per ciò che sono.
La vicenda è in realtà un pretesto per sottolineare usi e costumi di un’epoca, ma anche una critica ad alcune gerarchie che sono l”ossatura di una società in fase di cambiamento, ma difficilmente contrastabili. Sior Todero è il capofamiglia ed è convinto che la soddisfazione di ogni propria fantasia sia il bene per tutti, ma non perché certo di possedere una saggezza dovuta all’età, bensì perché nessuno può contrastare le decisioni di chi è il paron.
La commedia è impreziosita dalla presenza di Giulio Bosetti, che interpreta in modo impeccabile il superbo Todero, coadiuvato da una compagnia di validi attori che determinano il piacere e la godibilità di una storia interamente recitata in dialetto veneziano. Grazie a loro, alla regia precisa e alla scenografia ben curata è possibile trascorrere due ore proiettati in un tempo che non esiste più ma che continua a vivere nel piacere della sua ripetizione.

Teatro Quirino
dal 27 marzo al 20 aprile 2008

SIOR TODERO BRONTOLON
di Carlo Goldoni
– regia: Giuseppe Emiliani
– attori: Giulio Bosetti, Marina Bonfigli, Tommaso Amadio, Federica Castellini, Sandra Franzo, Nora Fuser, Alberto Mancioppi, Francesco Migliaccio, Franco Santelli, Umberto Terruso

di Svevo Ruggeri

Svevo Ruggeri
Svevo Ruggeri
Direttore, Editore e Proprietario di Eclipse Magazine