La Profezia, ovvero: l’inconveniente di non essere sé

Speciale Carnevale: Balanzone
febbraio 22, 2017
Opera Educazione Contemporanea di Luca Papa
febbraio 24, 2017
Show all

La Profezia, ovvero: l’inconveniente di non essere sé

Recensione dello spettacolo andato in scena al Teatro Trastevere di Roma

Sebastian non è felice. Questo il punto di partenza dell’opera. Siamo a Parigi, in un imprecisato 1800, dove un uomo che ha tutto dalla vita, pirandellianamente non è contento di nulla, e decide di seguire l’impulso insensato delle “voci” che sente nella sua mente; ma quello che sembrerebbe soltanto un caso di “ordinaria follia” diviene invece un’avventura dai toni noir, vagamente tim burtiani, in una notte “magica” popolata da figure oscure, alchimisti, profanatori di tombe e potenze sovraumane al giudizio delle quali si rimette la sua vita … o non-vita che sia. Laddove i morti sembrano più vivi dei non-morti. E così le voci della Grande Profezia conducono il giovane protagonista ad un cimitero, di fronte alla tomba di Cagliostro … e lì comincia la sua orfica discesa in un oscuro sogno, dove la fidanzata premurosa e innamorata diventa una fragile banderuola, la devota cameriera una sorta di Ecate, e l’amico Dottore un oscuro Giudice di un ancor più oscuro Tribunale.
“Opera originale e inedita, La Profezia è una tragicommedia brillante in un mondo apparentemente reale, ma sospeso a metà tra verità e finzione, un delirante ma razionale sogno ad occhi aperti(…)”

La Profezia

Regia: Riccardo Maggi
Assistenti alla regia: Viola Zanotti e Michela Tebi
Costumi: Viola Zanotti
CAST
DOMENICO BISAZZA – il protagonista Sebastien Zeline
MICHELA TEBI – la serva Griffart, nonché il diavolo mascherato
AGNESE LORENZINI –Cecile, fidanzata di Sebastien
ANDREA GUERINI – medico Fassbender, nonché potenza sovrumana in lotta con il diavolo
LORENZO CONTRONI – l’alchimista, servitore del diavolo
TONY SCARFI’ – il profanatore di tombe, muto, sempre in coppia con l’alchimista, servitore del diavolo
MAURO DE MAIO – l’imitatore, servitore del diavolo
STEFANO DE SANTIS – il gendarme, vittima sacrificale innocente
VIOLA ZANOTTI – cover ruolo Cecile

 

di Chiara Alivernini