Festa del Cinema di Roma 2016: 7 minuti
Ottobre 24, 2016
Madeinterraneo, al Teatro Studio Uno
Ottobre 24, 2016
Show all

Il Sogno di Keribe, di Ilaria De Togni

Il sogno di KeribeKeribe distingue ogni respiro, conosce ogni pensiero, e sono molte le cose che tollera, ma non di essere sfidata. Le sue leggi sono inviolabili.

Esiste un luogo chiamato Keribe, una dimensione onirica dove le coscienze ritrovano corporeità dopo la Prima Morte. I misteri di questo mondo sono celati da quattro confini invalicabili. Da uno di essi, l’Orlog, l’oscuro mare innavigabile, nasce Erinke. Quelli come lei, i ridestati, sono stati sterminati secoli fa e sono ormai una leggenda. Nessuno ricorda che provano emozioni umane, pur essendo qualcosa di diverso, apparentemente
immutabili ed eterni.
La nascita di Erinke non è passata inosservata. I Guardiani dei Confini e la Resistenza, due forze in aperto contrasto, la cercano, ma la sua scelta è di affidarsi a Nimpha, l’unica istituzione in grado di proteggerla. Sarà Ruben, incaricato di catturarla per la Resistenza, a sconvolgere i suoi piani. Fin dal primo momento sguardo, sono consapevoli che il loro destino è essere uniti. Ma la loro unione e i loro ideali porteranno Keribe sull’orlo di una spaventosa guerra tra i Mondi.
Il Sogno di Keribe di Ilaria De Togni plasma un mondo leggendario in cui la natura e i suoi emissari si pongono come giudici insindacabili di conflitti interiori ed esteriori. Il confronto è tra chi combatte per sopravvivere e chi combatte per un mondo per cui valga la pena sacrificare se stessi e i propri affetti.

«Il Sogno di Keribe è un affascinante affresco fantastico, una storia
magnifica che ghermisce il cuore del lettore.»
Matteo Strukul

Il Sogno di Keribe

Autore: Ilaria De Togni
Editore: GargoyleBooks
pp: 364
Euro: 16,50

Ilaria De TogniIlaria De Togni:
Nata all’ombra delle mura medievali di Montagnana (Padova). Creativa per vocazione, fin da giovane si interessa di arte e simbologia, mito e psicologia. Si forma sulla letteratura pulp degli anni ’90 e 2000, incontra sulla sua strada le visioni oniriche di Alejandro Jodorowsky.
Suona e canta in alcune band gothic metal locali, quindi si forma in comunicazione pubblicitaria e graphic design e diventa art director di un’importante azienda organizzatrice di eventi live. Il Sogno di Keribe è il suo primo romanzo.