“Eretica, Cambiare l’Islam si può” il nuovo libro di Ayaan Hirsi Ali

Under The Dome: la stagione 2 in DVD
Marzo 25, 2015
Breaking Bad – stagione 1-6 in Blu-Ray
Marzo 26, 2015
Show all

“Eretica, Cambiare l’Islam si può” il nuovo libro di Ayaan Hirsi Ali

Ayaan Hirsi Ali

Ayaan Hirsi Ali

Ayaan Hirsi Ali

La pubblicazione edita da Rizzoli, in uscita a metà aprile

«È mia intenzione mettere a disagio molte persone: non solo i musulmani, ma anche i difensori occidentali dell’Islam. Non lo farò disegnando vignette, voglio invece sfidare secoli di ortodossia religiosa con idee e argomenti che, sono certa, saranno definiti eretici: l’Islam non è una religione di pace». Impegnata da sempre nella difesa dei diritti umani, con opinioni radicali che le sono già valse una fatwa, Ayaan Hirsi Ali è una delle voci più potenti e controverse del mondo islamico. Attraverso la sua drammatica esperienza, tessendo insieme analogie storiche ed esempi illuminanti della società musulmana contemporanea, intende demolire i luoghi comuni sull’Islam – quelli che ci impediscono di riconoscere che la violenza, e la sua giustificazione, sono esplicitamente presenti nei suoi testi sacri. Solo guardandolo per quello che è potremo risolvere il problema sempre più pressante e globale della violenza politica perpetrata in nome della fede. L’Occidente ha le sue responsabilità: non può avere paura di apparire intollerante e abdicare al pensiero critico. L’Islam ha bisogno di una riforma che ne sovverta i principi, anche religiosi, una riforma pacifica contro le stragi di Is e Boko Haram che, nella proposta dell’autrice, dovrà costruirsi su cinque pilastri concettuali: garantire che Maometto e il Corano siano aperti all’interpretazione e alla critica; dare priorità all’esistenza terrena; legare le mani alla sharia; porre fine alla pratica dell’“ordinare il bene e proibire il male”; e, infine, abbandonare l’appello al jihad.

Anche questa volta le sue non sono parole leggere: «Non vedo altra via, per noi, verso il futuro: altra via, almeno, che non sia disseminata di cadaveri».

AYAAN HIRSI ALI è nata in Somalia da una famiglia musulmana ed è cresciuta in Africa e in Arabia Saudita fino al 1992, quando ha chiesto asilo ai Paesi Bassi. Eletta deputata al parlamento olandese, è oggi una brillante giornalista, tra “le 100 persone più influenti al mondo” secondo il “Time”. Nel 2007 ha creato la AHA Foundation, il cui scopo è di proteggere le donne negli Stati Uniti dai delitti d’onore di matrice religiosa e culturale. È docente alla John F. Kennedy School of Government presso l’università di Harvard e Visiting Fellow all’American Enterprise Institute. Tra i suoi libri, Non sottomessa. Contro la segregazione nella società islamica (Einaudi 2005), Infedele (Rizzoli 2007) e Nomade (Rizzoli 2010).