RIFF 2013: “Il futuro” con Nicolas Vaporidis
Aprile 4, 2013
RIFF 2013: Transeuropae Hotel
Aprile 5, 2013
Show all

RIFF 2013: Eros

RIFF 2013 - ErosBerardo Carboni racconta il viaggio di tre attivisti del Teatro Valle Occupato

Prima giornata del Rome Indipendent Film Festival che oggi dedica uno spazio ad alcuni dei documentari in concorso. Tra questi Eros, dell’italiano Berardo Carboni spaccato del disagio economico contemporaneo che si ripercuote sull’arte. Carboni sceglie di raccontarlo attraverso gli occhi di tre attivisti del Teatro Valle Occupato, che decidono di attraversare l’Europa ferita dalla crisi: i tre protagonisti si ritrovano ad Atene, dove anche i lavoratori del Teatro Empros hanno scelto di occupare l’edificio, e a Francoforte, dove altri attivisti hanno in programma di bloccare per una giornata le attività della BCE. Il titolo del lungometraggio è un gioco di parole, come spiega lo stesso regista: «Doveva essere Euros, ma è stata appositamente rimossa una U.» racconta. «Eros è il demone che congiunge elementi opposti, senza annullarli. Eros è la forza in grado di unire in un unico corpo sociale una moltitudine di cittadini.» Titolo e contenuti caratterizzati dall’empatia e dalla solidarietà tra artisti e lavoratori dello spettacolo, colpiti duramente dalla crisi economica. Il Progetto polimorfo, in Eros filmati provenienti da esperienze diverse si mescolano al reportage di viaggio. Eros è la passione: quella che muove idee e persone, che sfocia nell’azione collettiva.

di Lucia Gerbino