Emotivi anonimi: tremore a prima vista

AbbonarMèDolce: campagna abbonamenti
Gennaio 4, 2012
Debutto discografico per Anthony Hopkins
Gennaio 4, 2012
Show all

Emotivi anonimi: tremore a prima vista

Una favola romantica sulle dolci note del cioccolato

Angelique (Isabelle Carrè)  è una cioccolataia in cerca di lavoro, mentre Jean René (Benoit Poelvoorde) è il proprietario di una piccola cioccolateria sull’orlo del fallimento. Oltre ad avere  questa “dolce” passione in comune, i due sono afflitti da una timidezza cronica,che li rende incapaci di relazionarsi serenamente con il prossimo. I due “emotivi anonimi” sono però destinati a incontrarsi e far scontrare le reciproche insicurezze nel momento in cui Jean René assume Angelique come rappresentante. Una vera e propria ironia della sorte per una timida cronica, costretta a cimentarsi in un lavoro assolutamente non adatto alla sua persona e che impedisce di metterne in luce la bravura.
Prende il via, quindi, una serie di situazioni buffe e imbarazzanti nelle quali i due appaiono per quello che non sono, lui burbero lei fredda, perché frenati dalla timidezza e dall’incapacità di manifestare i propri sentimenti.
Il caso e l’aiuto di uno psicologo, al quale Jean Renè si rivolge per superare l’emotività paralizzante, contribuiranno tuttavia a imprimere una svolta positiva al corso degli eventi. È quindi facile immaginare che nonostante gli ostacoli e gli imprevisti tutto si risolverà per il meglio, vedendo trionfare l’amore dei due timidi romantici.
Dolcemente delicato e a tratti surreale Emotivi anonimi rappresenta una mosca bianca nel panorama delle commedie romantiche e non solo, spesso troppo abituate a rappresentare personaggi eccentrici e sentimentalmente aggressivi. Sulla scia de Il favoloso mondo di Amélie , più che di Chocolat, i cui protagonisti erano tutt’altro che timidi e insicuri, il film mostra le emozioni dei primi incontri e il nascere dell’amore nella sua purezza, fatta di timidi imbarazzi e comportamenti goffi. Ed è ancora una volta il cioccolato a far da sfondo alla storia d’amore, con il suo gusto avvolgente e i suoi effetti/poteri afrodisiaci.
Vera anima della pellicola si rivelano, tuttavia, proprio i due protagonisti, interpretati da due grandi caratteristi come Benoit Poelvoorde e Isabelle Carrè, assolutamente credibili nel rendere un’emotività a tratti patologica e buffa al tempo stesso.

   

Di Cristina Columpsi