Confermati i due episodi de "Lo Hobbit"

La donna che sbatteva nelle porte
Gennaio 27, 2012
Un amico di Garibaldi: Eliodoro Spech, cantante, patriota e soldato
Gennaio 30, 2012
Show all

Confermati i due episodi de "Lo Hobbit"

Grande fermento per i due prequel de Il Signore degli Anelli, Lo Hobbit: Un viaggio inaspettato e The Hobbit: There and Back Again

Due sono gli appuntamenti imperdibili per gli amanti della saga de Il Signore degli Anelli: Lo Hobbit: Un viaggio inaspettato – che uscirà nel mondo a partire dal 14 dicembre 2012 – e il secondo episodio The Hobbit: There and Back Again – la cui uscita è programmata  per l’anno seguente, a partire dal 13 dicembre 2013. Entrambi i progetti sono targati New Line Cinema ed MGM, la distribuzione internazionale è Warner Bros Pictures mentre MGM è distributore in paesi selezionati e responsabile mondiale per la vendita televisiva.

I due film che, nella storia, precedono Il Signore degli Anelli si dipanano da Lo Hobbit, capolavoro fantasy nonché antesignano della narrativa sulla Terra di Mezzo firmato dall’autore britannico J.R.R. Tolkien. L’avvio dei due prequel non ha avuto una gestazione facile, e i fan ricorderanno di certo quanto siano state faticose le valutazioni tra le major MGM e Warner Bros per avere il Premio Oscar Peter Jackson nella cabina di comando. Rigorosamente in 3D, le riprese hanno luogo negli Stone Street Studios di Wellington, e gli esterni sono dislocati in alcune zone della Nuova Zelanda.

Lo Hobbit: Un viaggio inaspettato e The Hobbit: There and Back Again sono ambientati nella Terra di Mezzo sessant’anni prima de Il signore degli anelli. Ricordiamo che la fortunata trilogia record di incassi ha collezionato 17 statuette, di cui ben 11 su 11 nomination solo per l’ultimo capitolo, Il signore degli anelli: Il ritorno del re.
La storia racconta il viaggio del protagonista Bilbo Baggins, coinvolto in un’epica ricerca per reclamare il Regno Nanico di Erebor governato dal terribile drago Smaug. Avvicinato dal mago Gandalf il Grigio, Bilbo si ritrova al seguito di tredici nani capeggiati dal leggendario guerriero Thorin Oakenshield. Il viaggio li conduce per terre piene di pericoli e avventure, abitate da Goblin e Orchi, implacabili Warg e Ragni Giganti, esseri mutanti e stregoni.
La loro meta principale è raggiungere l’Est e le aride Montagne Nebbiose, ma prima dovranno sottrarsi ai tunnel dei Goblin, dove Bilbo incontra una creatura che gli cambierà la vita per sempre, Gollum.
Qui, da solo con Gollum, sulle rive del lago seminterrato, l’ignaro Bilbo Baggins non solo si scoprirà così astuto e coraggioso al punto da sorprendere persino se stesso, ma riuscirà a impossessarsi del “prezioso” anello di Gollum che possiede qualità inaspettate ed utili, un semplice anello d’oro, legato alle sorti della Terra di Mezzo in modo così stretto che Bilbo non può neanche immaginare.

La squadra vede ancora una volta Ian McKellen nei panni di Gandalf il Grigio, come già è stato per la trilogia de Il signore degli anelli, mentre  Martin Freeman ricopre il ruolo del protagonista Bilbo Baggins. Ritornano Cate Blanchett nel ruolo di Galadriel; Ian Holm in quello di Bilbo Anziano; Christopher Lee è Saruman; Hugo Weaving interpreta Elrond; Elijah Wood è Frodo; Orlando Bloom veste i panni di Legolas; Andy Serkis è la forza cinetica di Gollum.
Le sceneggiature di Lo Hobbit: Un viaggio inaspettato e The Hobbit: There and Back Again sono scritte da Fran Walsh, Philippa Boyens, Guillermo del Toro e Peter Jackson, che ricopre anche il ruolo del produttore insieme a Fran Walsh e Carolynne Cunningham. Il cast tecnico conferma  il direttore della fotografia Andrew Lesnie, lo scenografo Dan Hennah, gli artisti storyboard Alan Lee e John Howe, il compositore Howard Shore e il truccatore e acconciatore Peter King.
Weta Digital è responsabile degli effetti visivi di entrambi gli episodi, capeggiati dal supervisore Joe Letteri.
E adesso che ogni cosa è al suo posto, non resta che aspettare il prossimo dicembre per degustare la prima parte dell’atteso sequel.

di Francesca Vantaggiato