Open House Roma 2017: l’architettura più affascinante della capitale

Tra rose, storia e leggenda: la fioritura delle rose del Castello Quistini in Franciacorta
Aprile 28, 2017
Oroscopo della settimana dal 1 al 7 Maggio
Maggio 1, 2017
Show all

Open House Roma 2017: l’architettura più affascinante della capitale

Torna, il 6-7 maggio 2017 , Open House Roma, l’evento internazionale che, gratuitamente e in un solo weekend, apre le porte dell’architettura più bella e rappresentativa di Roma.

Nel 2016 OHR ha portato il suo pubblico alla scoperta di Roma con più di 70.000 visite guidate, negli oltre 160 siti e 60 eventi speciali.

Anche in questa edizione Open House Roma 2017 coinvolge decine di edifici storici, monumentali, museali e siti archeologici, luoghi significativi dell’immenso patrimonio architettonico di Roma. Ancora una volta il programma sarà suddiviso in 5 aree tematiche: città della conoscenza, attraversare la storia, architettura del quotidiano, abitare, factory e produzione creativa. È soprattutto su quest’ultimo tema che Open House Roma vuole offrire una visione a 360° mettendo in luce i tanti spazi che stanno diventando, con azioni bottom up, distretti creativi del terzo settore e che stanno contribuendo a recuperare molte zone prima abbandonate della città, dal Mandrione a Castel Bolognese, da Portuense al Pigneto.  Tra le tante novità l’apertura straordinaria della sede della FAO in Viale Aventino, con la splendida terrazza affacciata su Roma, ma anche la visita speciale all’Agenzia Spaziale Italiana durante la quale si racconterà la vita sulla Stazione Spaziale, un grande laboratorio che galleggia a 400 km dalla Terra, così come la splendida visita al Palazzo delle Finanze sede del Ministero dell’Economia e delle Finanze. Il 6-7 maggio si potrà visitare anche il bellissimo Palazzo della Civiltà Italiana, oggi sede dello storico marchio dell’alta moda FENDI, con accesso privilegiato alla terrazza; si scenderà poi nel cuore della città sabato 6 maggio con la visita alla Stazione San Giovanni della Metro C, un vero e proprio viaggio nel tempo attraverso gli strati archeologici della città raccontati da un allestimento museale. Tante le case private aperte durante l’evento al cui interno architetti e progettisti ne racconteranno le caratteristiche, tra le altre Casa Baccina dell’architetto Massimo Adario o il Loft Metropolitano di Matca Studio.